domenica 27 febbraio 2011

polpettine croccanti al mais e cavolfiore





buona domenica a tutte, qui giornata fredda e piovosa, una noia mortale e come spesso succede ultimamente fantasia culinaria azzerata.
oggi pesca dal freezer di sughi per la pasta e secondi appena più appetitosi di una bistecca e insalata, per fortuna ho questo bel vizio di cucinare pomeriggi interi e farmi qualche scorta, altrimenti saremmo proprio messi a scatolette di tonno e poco altro!
verranno tempi migliori, magari se uscisse qualche spiraglio di sole ne beneficerebbe anche l'umore...accidenti!
per fortuna ieri sera abbiamo avuto di che ridere, è stato il compleanno dell'arzillo anzianotto di casa, vi ricordate dello zio che l'estate scorsa voleva convolare a nozze con la badante??
ecco, si, proprio lui, il 91enne con la testa e lo spirito di un 21enne!
per l'occasione gli ho preparato una TETtorta che addirittura non voleva neanche tagliare, voleva conservarla ...ussignuuur, forse per ricordare bei tempi andati?? ihihihih!!!







la torta è fatta con l'impasto del salame di cioccolato che ho poi servito con uno zabaione al marsala











tornando alla fantasia azzerata devo dire che qualche guizzo ogni tanto c'è, ma sempre su cose semplici e poco impegnative, tanto da stuzzicare il palato ma impegnare poco mente e mani!
leggendo una rivista, scusate ma "credo" fosse Donna moderna, ho trovato delle polpettine di cavolfiore che mi hanno incuriosita e ho subito pensato a come modificarle per adattarle ai miei gusti, perciò cambiare la panatura per renderla più croccante e aumentare il parmigiano perchè altrimenti che parmigiana sarei??
ne sono usciti dei bocconcini leggeri, fondenti all'interno e ben croccanti all'esterno, vi racconto come.....

polpettine croccanti al mais e cavolfiore:

1 piccolo cavolfiore
400gr di patate
3 uova
80gr di parmigiano grattugiato
80gr di scamorza affumicata
lamelle di mandorle
insaporitore Ariosto per patate al forno
rosmarino
farina di mais
pangrattato
sale
olio

tagliare la scamorza a dadini,
lavare e dividere a cimette il cavolfiore e tagliare a cubotti le patate e cuocere entrambi a vapore,
passarli allo schiacciapatate e mescolare la purea con il parmigiano, 1 uovo, una manciata di pangrattato, qualche ago di rosmarino tritato e l'insaporitore Ariosto,
in una ciotola sbattere 2 uova con un pizzico di sale e mettere in un piatto la farina di mais e il pangrattato insieme e in un altro le mandorle a lamelle,
prendere un pò di impasto e schiacciarlo, unire qualche dadino di scamorza e formare le polpette,
passarle nella farina di mais e pane, nelle uova sbattute e nelle mandorle,
metterle in una teglia con un bel giro di olio (ho usato una teglia antiaderente della Guardini) e mettere in forno a 200° per 15-20 minuti.

semplici e gustosissime, la panatura di mais e mandorle le rende scrocchiarelle e goduriose, antipasto, contorno, secondo? vedete voi dove inserirle, stanno bene dappertutto!

questa ricetta la regalo alla ceci per il suo blog candy croccantissimo




mercoledì 23 febbraio 2011

praline ai due cioccolati, come coriandoli








mi rendo conto che io gastronomicamente non festeggio!!
non festeggio s.valentino, non festeggio il patrono di parma, tanto meno la festa della donna.
e me ne sono resa conto da quando ho aperto il blog perchè a seconda dei periodi è un tripudio di cuori, mimose, dolci tradizionali ecc.
sarà che i cuori mi fanno venire il diabete, le mimose mi provocano allergia, per il nostro patrono si fanno scarpette di frolla e io la frolla non è che la amo spassionatamente, i dolci natalizi ma si, li mangio giusto perchè è natale, insomma io produco dolci tutto l'anno fuorchè per le festività!!
e in queste ancora di più rientra il carnevale con tutto il suo contorno di fritti in tutte le salse, chiacchiere, castagnole, tortellini, frittelle, e io che non friggo mai anche per carnevale non festeggio (sempre gastronomicamente parlando!!).
tutto è cambiato, o meglio qualcosa è cambiato appunto da quando ho aperto il blog.
ho cominciato a provare dolci tipici di altre regioni, ho fatto panettoni e pandori che mai nella vita, ho fatto cuori rossi e accennato a una mimosa su una cheese cake....ma i dolci fritti no, scusate ma proprio quelli non li faccio, ho provato i bomboloni al forno per togliermi lo sfizio di farli comunque in casa ma non friggo!

e allora quando nadia mi ha contattata per questa iniziativa dell'azienda guardini  in cui mi invitava a mandarle una ricetta legata al tema "il carnevale", ho dato per scontato e con rammarico che non sarei riuscita a mandarle niente.
poi pensa che ti ripensa mi sono detta che a parte i dolci fritti carnevale è anche colore, allegria, coriandoli e stelle filanti, per cui complice dei ritagli di torta conservati in freezer per essere usati come basi per qualche bicchierino, ho pensato a questi piccoli bocconcini golosi e colorati.....e buon carnevale!!










coriandoli ai due cioccolati:
150gr di torta al cioccolato (la mia era una 7 vasetti  cotta in uno stampo quadrato antiaderente Guardini )
100gr di mascarpone
2 cucchiai di cacao
2 cucchiai di zucchero
sbriciolare la torta e mescolarla al mascarpone, lo zucchero e il cacao,
dividere l'impasto in due.
al primo impasto mescolare 1 o 2 cucchiai di marmellata d'arance (ho usato fior di frutta arance amare di Rigoni di Asiago da agricoltura biologica),
formare delle palline poco più grandi di una nocciola e tenere al fresco.
al secondo impasto aggingere del rum, prendere un pò di impasto, schiacciarlo e all'interno mettere della crema di cioccolato ( io ho messo la Nocciolata della Rigoni di Asiago, una delizia!),
chiudere come una piccola polpettina.
mettere i bon bon in freezer per qualche minuto e nel frattempo fondere separatamente
100gr di cioccolato fondente
100gr di cioccolato bianco
quando i cioccolati sono fusi ricoprire i bon bon alle arance col cioccolato fondente e quelli al rum col cioccolato bianco, cospargere di confettini rotondi colorati e conservare al fresco.
e anche così è carnevale..... e poi non sono proprio allegri e bellini??

lunedì 21 febbraio 2011

semplici cocottine uova e asparagi, per chi ha perso per strada la fantasia....





buona settimana a tutte, la mia è iniziata guarda caso con un giretto in ospedale con mia madre per l'ennesima visita.
ormai sta diventando il nostro luogo ricreativo, invece di andare in un circolo a giocare a carte, a una tombola, a un pomeriggio danzante noi andiamo per ambulatori....evabbè, si vede che subiamo il fascino del camice bianco!!
credo che se andiamo avanti così (ma purtroppo sarà peggio!) io e mio fratello avremo presto bisogno di un ricovero in neurodeliri....ci sta facendo dare fuori di matto!
il suo grande problema è che non tollera assolutamente nessun disturbo, passa il tempo concentrata su se stessa amplificando ogni piccolo dolore o fastidio e non sta nemmeno a quello che le dicono i medici, li cambia in continuazione perchè a suo parere nessuno le dà la cura giusta....io non so più come fare e cosa dirle per convincerla che bisogna anche rassegnarsi alle cose, che non sempre c'è una soluzione a un problema....niente, come se non parlassi, lei continua imperterrita a prendere appuntamenti a destra e a manca e io a correre altrettanto a destra e a manca!
ma è storia che vi ho già detto, ogni tanto mi ripeto ma il bisogno di sfogarsi a volte è più forte e prende il sopravvento!

ma adesso basta con questi inizi sempre tristanzuoli, vi faccio scappare tutte così.....ahahahah!!!

alura, vi dico che ho passato la domenica nel paese del bengodi!!
sabato e ieri in piazza a parma si è tenuta la manifestazione Cioccolato puro......per una cioccolatomane come me un delirio dei sensi!!
metterò un post con sole foto che renderanno bene l'idea del trionfo di praline, cioccolatini, barrette aromatizzate con ogni frutto o spezia, scorze e frutti ricoperti, creme e liquori.
sembravo un folletto che saltellava da uno stand all'altro e ogni volta c'era sempre un qualcosa che mi sfuggiva e allora via, doppio giro per essere sicura di aver visto tutto!!
poi mi sono data pure arie da grande fotografa con la mia nuova reflex al collo...ahahahah....fotografa che non ci capisce una cippa lippa, ma l'apparenza c'era!!
ho speso 'na botta si, ma chissenefrega, ho fatto scorta di barre al cocco, caramello, menta, zenzero, mandorle pralinate, liquirizia, limone, pistacchi, e adesso mi dovrò studiare qualche ricettina giusta per utilizzarle al meglio!

non lo farò per imma, che di solito ci propone dolci a gogò perchè questa volta ha pensato a una raccolta ben diversa, certo in cocotte si possono preparare anche dolci, ma io in questo periodo non ho nè il tempo nè la testa per studiarmi qualcosa che vada oltre  un semplicissimo............









uovo in cocotte con asparagi, crudo,parmigiano e pane fritto:

500gr di asparagi
100gr di prosciutto crudo
1 uovo o 2 a testa
panna yo
parmigiano
burro
pane di segale
olio

pulire e lessare gli asparagi
imburrare le cocottine o se si vogliono fare 2 uova i tegamini appositi da forno,
mettere sul fondo gli asparagi con un fiocchetto di burro, un cucchiaio di panna yo e una spolverata di parmigiano,
adagiare le fette di prosciutto crudo formando una rosetta lasciando un'incavo al centro dove sgusciarvi l'uovo, salare poco e mettere un fiocchetto di burro, infornare a 180° fino a che cuocerà l'albume.
se volete che il tuorlo rimanga cremoso fate cuocere prima solo l'albume e successivamente unire il tuorlo lasciandolo in forno qualche minuto,
tagliare a fettine sottili il pane di segale e friggerlo nell'olio.

tutto qua, semplicissimo e gustoso.

questa ricetta la mando a Imma per il suo contest
e alla raccolta di Ros!



mercoledì 16 febbraio 2011

crema all'acqua di fragole con salsa mojito






prima di iniziare vorrei ringraziarvi davvero con tutto il cuore. nel post precedente siete state tutte, maschietti inclusi, troppo grandi!
fa bene sentire vicine delle persone che fondamentalmente non si conoscono ma che accorrono amorevoli nel momento in cui si ha bisogno di un abbraccio silenzioso, solo per sentirne il calore e per dire "ci sono"!
grazie grazie grazie....si, CI SIETE!!

ora come dico sempre, bando alle cianciulle e parliamo di quest'altra ricetta non ricetta, un dolce non dolce, una crema non crema, insomma, sono a dieta glicemica ma non voglio proprio privarmi del tutto della mia dose giornaliera di calorie, qui davvero ridottissime ( credo!! ;-/ )

premetto che ho coppato solo questo giusto per fare la foto, ma la consistenza di questa crema non lo consente, meglio servirla in bicchierini sopra a una base di pandispagna e irrorarla di salsa.

crema all'acqua di fragole:

500gr di fragole
100gr di acqua
50gr di maizena
50gr di alchermes (o altro liquore a scelta, ho messo alchermes per rafforzare il colore)
3 cucchiai di zucchero

frullare le fragole e metterle in un pentolino con lo zucchero e il liquore,
in una tazza sciogliere la maizena nell'acqua ed unirla al frullato,
cuocere fino a che addensa.

salsa mojito:

300gr di latte
30gr di zucchero
30gr di sciroppo di menta
30gr di maizena
buccia grattugiata di lime

grattugiare la buccia del lime nel latte e lasciare in infusione per 30 minuti,
filtrare tenere da parte un pò di latte per sciogliervi la maizena e mettere il rimanente in un pentolino insieme allo sciroppo, lo zucchero e la maizena stemperata col latte,
portare ad ebollizione e cuocere fino a che la salsa vela il cucchiaio, non deve rimanere troppo densa ma avere più la consistenza di una crema inglese.

io ho momtato il dolce tagliando col coppapasta a cuore i muffin del post precedente, uno per la base e uno per la sommità, ma come ho detto in precedenza è stato un lavoraccio, non è assolutamente indicata per questo a meno che non si voglia mettere della colla di pesce al posto della maizena, ma cambierebbe totalmente la consistenza che volevo ottenere.
è vellutata, non esageratamente dolce, fresca e golosa abbastanza da soddisfare una voglia di dessert senza troppi sensi di colpa.

con questa ricetta partecipo alla romanticissima raccolta di flavia  e la dedico alle dolcezze che siete!









buonanotte a tutte, mentre scrivevo il post mi arrivavano in sottofondo le note di sanremo....rabbrividivo!!

sabato 12 febbraio 2011

red cake con crema al mascarpone, vedo rosso...forse anche un pò nero!!







vergognosamente assente, svogliata, fantasia in cucina sotto ai piedi......il mio stato d'animo degli ultimi tempi sembra peggiorare sempre di più!
speravo che queste giornate con un sole meraviglioso mi dessero un pò di carica ma così non è stato, i pensieri sono fissi nella testa e non c'è sole e cieli blu che riescano a toglierli!
purtroppo mia madre lentamente peggiora, sempre ignara della malattia ma sempre più sospettosa sui disturbi che via via aumentano, e io mi sento così impotente e così in ansia nel correre fra una visita e l'altra a raccomandarmi di non far trapelare niente che tutto questo mi toglie la capacità di pensare ad altro!

ma lasciamo perdere i pensieri cupi, questo angolo nelle intenzioni iniziali doveva essere un piccolo svago e un modo per conoscere persone con le quali scambiarsi esperienze, ricette e magari perchè no, anche amicizia e invece sta diventando per me un angolo buio, un impegno al quale non riesco più a far fronte, una cosa in più nel mio quotidiano alla quale dar retta e non voglio che sia così!
deve restare il mio angolo sereno, e allora dai, vediamo rosso!!!

rosso come l'ammmore, come la passione, come i cuori che tempestano le vetrine in questi giorni!
non festeggio S.Valentino, ma si sa, per il blog questo e altro e così volevo fare un post tutto rosso anch'io!
il dolce è solo un pretesto perchè non è che una semplice 7 vasetti colorata come una red velvet, ma nell'ordine volevo
1 - colorare per un giorno la mia vita
2 - in tema di ammmore mi sono innamorata di una foto e volevo spudoratamente copiarla (indegnamente, scusa silvia!!)
3 - sto cominciando a provare la mia nuova macchina, una reflex che mi incute un sacro terrore
4 - ho comprato tazze e tazzine troooppo carine da non farle vedere
5 - partecipare al contest di una cuochina sopraffina (e anche un pò fuori di testa, andate a leggere le regole del suo contest e capirete!! eheheh!!)









la ricetta??
uh, si, avete ragione!!

red valentine cake (diamole almeno un nome altisonante!!)

1 vasetto di yogurt bianco
3 vasetti di farina
2 vasetti di zucchero
1 vasetto di olio di semi
3 uova
1 bustina di lievito
un pizzico di sale
colorante rosso liquido o in gel fino ad avere il rosso che desiderate

montare leggermente le uova con lo zucchero, unire il resto degli ingredienti e per ultimo il colorante,
infornare a 180° per 45 minuti (prova stecchino)

la sette vasetti è una torta semplice e versatilissima che si può aromatizzare a piacere in infinite varianti ed usare anche al posto di un pan di spagna o come base per muffin, io questa volta l'ho lasciata al naturale e mangiata con generose spalmate di una crema fatta con

200gr di mascarpone
100gr di latte condensato
2 cucchiai di zucchero a velo

questa








per la cottura ho usato una teglia quadrata antiaderente e ho formato con dei deliziosi coppapasta dotati di uno stantuffo che ho ricevuto insieme ad altre cose che vedrete prossimamente dalla Guardini
il coppapasta è praticissimo, ideale per dare forma a risotti, frittate, sformati. lo stantuffo facilita tantissimo l'espulsione della forma senza pericolo che questa attacchi e si rovini, credo che lo userò spessissimo!




giovedì 10 febbraio 2011

muffin con cuore di cocco, ovvero un cuore nel cuore









dieta!!!!
sono ufficialmente a dieta....e ingrasso !! ma com'è possibile? arrivo a sera che ho lo stomaco che sembra un'orto botanico e ingrasso!
ma allora perchè devo rinunciare alla mia amatissima pasta e ai miei non meno amati dolci?
.....perchè ho una dignità, ecco perchè!
passati i bei tempi in cui quel par di chili che mettevo su se ne andavano in un paio di settimane scarse (molto scarse) con una dieta che non era neanche dieta, la pasta la mangiavo sempre, magari mi limitavo a un dolcetto ogni tanto!
adesso la fola è un'altra!
adesso si ancorano lì e si accasano comodi comodi. è successo il natale 2009, due chili che non se ne sono più andati e così anche questo natale, altri due che si sono fatti largo (è proprio il caso di dirlo!) fra il mio girovita e il mio giroseno, e anche questi sembrano trovarsi molto bene lì dove hanno trovato rifugio!

non sono mai stata un'ossessionata dalla dieta favorita anche da una conformazione fisica minuta, a parte il periodo post-ho-smesso-di-fumare, ben 8kg in più ma nenache allora non mi sono data pena e ho lasciato le cose come stavano, ho aspettato con pazienza che il mio metabolismo si riprendesse dal trauma "voglio la mia dose di nicotina!!"!
e infatti all'improvviso dopo circa 4 anni ho cominciato a calare e a tornare al mio peso di sempre, bè, di sempre no perchè alla mia età non sarebbe più possibile ma all'incirca!
e proprio per questioni di età adesso questi 4 in più mi stanno proprio sul gozzo (seee, magari solo lì!!), vado contro a un periodo per noi donne piuttosto delicato e non voglio affrontarlo già bella pienotta, purtroppo ne metterò altri e non vorrei poi fare i 4+4 come il coro di nora orlandi....eheheheh, qualcuno se lo ricorda il coro di sanremo degli anni '60-70'??

tutto questo birignao l'ho scritto perchè d'ora in avanti i dolci postati sono quelli che hanno favorito l'espansione, se postassi quello che sto mangiando vi farei venire una tristezza che voglio risparmiarvi, basta la mia!!









per questi cuori di muffin ho usato uno stampo della Pavoni in silicone platinico della serie With Love.

cuori di cacao con cuore al cocco
per i muffin:

250gr di farina00
130gr di zucchero
200gr di latte (io ho fatto metà latte e metà latticello homemade)
70gr di olio di semi
mezza bustina di lievito + la punta di cucchiaino di bicarbonato
1 uovo
4 cucchiai di cacao amaro

per il cuore al cocco:

130gr di cocco rapè
130gr di zucchero
1 albume
1 cucchiaino di maizena
40gr di panna

preparare il cuore di cocco montando l'albume a neve ferma con lo zucchero, unire delicatamente il resto degli ingredienti e tenere da parte.

preparare i muffin mescolando separatamente gli ingredienti secchi e quelli umidi, unirli mescolando velocemente quindi versare metà impasto negli stampini,
unire un cucchiaino abbondante di ripieno al cocco e coprire col resto dell'impasto dei muffin,
infornare a 180° e cuocere per 20-25 minuti.

ho decorato con cioccolati bianco e fondente fusi.

si, sono una masochista dichiarata!
sono a dieta e posto dolci di cui ho ben vivo il ricordo, l'è dura resistere!!
se questa fosse una lettera sarebbe vergognosamente sbavicchiata, immaginate le condizioni della tastiera...ahahahahah!!!!

ops, le ultime dell'anzianotto...ha mandato me al suo posto per una visita alla prostata!!
siamo al teatro dell'assurdo, ma vi racconterò!!
con questa ricetta partecipo alla raccolta di eli



martedì 8 febbraio 2011

il contest di sandramilù.....e io.....






un piccolo post per un nuovo contest organizzato dalla mia grande nipotina di web e dove avro' l'onore e la responsabilità di giudicare le dolcezze che voi le manderete!

è la prima volta e non so bene come dovro' comportarmi per fare le cose nel miglior modo possibile, se appena appena mi conoscete sapete che non mi baso troppo sulle apparenze, e poi alle foto e alla presentazione ci penseranno sandra e il marito, per cui andrò alla sostanza, alla creatività ma soprattutto alla fattibilità e alla facile reperibilità degli ingredienti usati.

se i miei impegni familiari me lo consentiranno vorrei arrivare al traguardo finale selezionando 3 ricette e provarle per decretare la migliore!
spero vi fiderete del mio giudizio, sono solo una donna che cucina per la famiglia senza grandi pretese da chef, ma questo sarà il mio ruolo e cercherò di farlo al meglio....promessa di lupetta!!

adesso tocca a voi, partecipate numerose......e fateme lavorà come 'na matta!!!!

articoli correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...